Home News Cinema & cultura La famiglia Belier – la recensione

La famiglia Belier – la recensione

0

No Banner to display

Paula sembra un’adolescente francese come tante: studentessa un po’ svogliata a scuola, aiuta la famiglia di allevatori a gestire l’attività in un piccolo borgo francese. Il suo contributo però è essenziale perché mamma, papà e fratellino sono sordomuti e la ragazza gestisce i loro rapporti con clienti e fornitori facendo da portavoce -letteralmente- per la famiglia. 
Quando però scopre per caso di avere un talento naturale per il canto, Paula comincia a sognare di andare a Parigi e sostenere un provino per una rinomata scuola della capitale. Come conciliare però questa aspirazione con le esigenze della sua particolare famiglia?

Grande successo di pubblico e ai Cesar, La Famille Bélier è il genere di film che riassesta la soggezione che i cinefili italiani provano nei confronti del fertilissimo panorama francese. Girato alla stregua di una produzione televisiva e infarcito di svolte perbeniste e buoniste, deve il suo successo al tema affrontato e al respiro familiare, ma si risolve in una commediola scontata, prevedibile e insopportabilmente piena di buoni sentimenti. Da evitare.

In uscita oggi nei cinema italiani. 

Dimmi la tua...