Home News Cinema & cultura Weekend – la recensione

Weekend – la recensione

0

No Banner to display

Dopo un preludio al fine settimana come tanti altri trascorso a casa di amici, Russell si reca in un gay bar alla ricerca di compagnia. Dopo un avvistamento e un iniziale tentativo andato a vuoto, trascorrerà la notte con un giovane di nome Glen. Studente d’arte, Glen chiede a Russell di raccontargli le sue impressioni della loro prima volta mentre lo registra, in vista di un futuro progetto artistico: tra ritrosie, timidezze e una palpabile attrazione, quella cominciata come una conoscenza di una notte si trasforma in un progressivo esplorarsi e riscoprire se stessi nel corso di un fulgido, indimenticabile weekend.

Girato a Nottingham ma ambientabile in una qualunque periferia di qualsiasi città inglese al di fuori di Londra, Weekend è un film che ruota attorno a una storia romantica universale e particolare, facendo della quotidianità dei protagonisti e delle loro vite il cardine attorno a cui costruire la sua forte valenza emotiva.

Il primo lungometraggio di spicco di Andrew Haigh è un film capace di cristallizzare con incredibile precisione un momento ineffabile e specifico dell’innamorarsi, quel imbarazzato ed esplorativo conoscersi reciproco dopo una prima intimità. Un momento che consente non solo di conoscere l’altro ma anche di plasmare o ripensare se stessi, “come una tela bianca”. Una regia sapiente e autoriale e due protagonisti davvero capaci (Tom Cullen e Chris New) completano una seconda prova davvero ad altissimi livelli. A differenza della CEI, noi ve lo stra-consigliamo.

Weekend sarà in alcune selezionatissime sale italiane a partire dal 11 gennaio.
Per i lettori di IlFuoriporta segnaliamo che la più vicina è quella dell’Apollo Spazio Cinema, a Milano, a pochi passi dal Duomo.

Dimmi la tua...