Home News In the box Maltempo, semine in crisi per la pioggia mentre le piantine rischiano di...

Maltempo, semine in crisi per la pioggia mentre le piantine rischiano di affogare nei campi allagati

0

No Banner to display

VARESE – La pioggia senza tregua sta compromettendo le tradizionali semine autunnali come quelle del frumento tenero, loietto, triticale e grano duro, con una forte percentuale delle operazioni in media ancora da completare (circa il 50% in Lombardia). E’ quanto emerge da un monitoraggio di Coldiretti sul territorio mentre l’ultima ondata di maltempo sta colpendo l’intera Regione: in particolare, nel Varesotto in molti non sono ancora riusciti a seminare, mentre si segnalano numerosi fenomeni di ristagni d’acqua su cereali autunno vernini già seminati, con il rischio di soffocamento delle piantine e conseguente morte delle stesse con il perdurare della situazione. “Se chi ancora non ha seminato non dovesse riuscire a farlo nei prossimi dieci giorni, dovrà per forza ripiegare su varietà primaverili di resa minore e un comprensibile aggravio sia dei costi, sia dei danni” sottolinea Coldiretti Varese. Nei terreni allagati – rimarca la Coldiretti provinciale – risulta infatti impossibile entrare per effettuare le necessarie operazioni colturali mentre, dove si è già seminato, i germogli e le piantine rischiano di soffocare per la troppa acqua: gli effetti del maltempo si fanno sentire anche nei grandi laghi lombardi come il Maggiore con un grado di riempimento dell’85,5%, quello di Como all’81%, quello di Garda all’87,1%, quello d’Iseo a 74,3% tutti con livelli sopra la media del periodo.

E’ il risultato di giorni di pioggia ininterrotta che sta colpendo da Nord a Sud l’Italia intera, dove a novembre sono più che raddoppiate le tempeste di pioggia, vento, neve, grandine e trombe d’aria, con un aumento record del +121% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. “L’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai diventata la norma anche in Italia tanto che siamo di fronte ad una evidente tendenza alla tropicalizzazione che – evidenzia il presidente di Coldiretti Varese Fernando Fiori – si manifesta con una più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali e territoriali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo”. Una situazione che preoccupa sempre più gli italiani con 3 su 4 (75%) spaventati dai cambiamenti climatici secondo l’indagine Coldiretti/Ixe’.

Dimmi la tua...