Home News In the box Vaccinazioni in Lombardia, ecco chi sarà vaccinato dal 24 febbraio. Insegnanti e…

Vaccinazioni in Lombardia, ecco chi sarà vaccinato dal 24 febbraio. Insegnanti e…

0

No Banner to display

MILANO – “L’ipotesi di categorie prioritarie che potrebbero ricevere per prime i vaccini del contingente AstraZeneca che abbiamo per ora individuato – ha aggiunto la vicepresidente – è quella di appartenenti alle forze dell’ordine, al personale scolastico, al comparto della giustizia e al trasporto pubblico locale“. Lo dice l’assessore regionale al Welfare, Letizia Moratti.

La fase denominata “Fase 1 bis” in Lombardia riguarderà complessivamente 107.425 persone, nello specifico appartenenti a otto categorie, oltre ad altro personale da censire, anche in funzione delle indicazioni del Ministero della Salute: Rsd (residenzialità psichiatriche), centri diurni, assistenza domiciliare, farmacisti, dentisti, odontoiatri e confprofessioni varie, sanità militare, polizia di Stato, ambulatori accreditati e altri medici liberi professionisti, informatori scientifici del farmaco e altro personale da censire.

“L’avvio della fase massiva previsto a breve – specifica la vicepresidente – richiede una capillare comunicazione verso il cittadino. Per questo, entro una settimana, saranno forniti i dettagli delle procedure di adesione e prenotazione e entro due settimane sarà attivo il portale dedicato alla prenotazione delle vaccinazioni. Gli strumenti di raccolta delle informazioni di contatto e adesione, oltre al portale dedicato, saranno inoltre il portale dei medici di medicina generale e dei farmacisti e il contatto diretto tramite call center”. “E’ nostro obiettivo prioritario – aggiunge – pianificare un modello di vaccinazione massiva adatto al territorio e alla popolazione lombarda. Per questo abbiamo già effettuato delle simulazioni e ipotizzato che esso sia scalabile e valutato sulla capacità effettiva di erogare e pianificare. I criteri per la scelta dei potenziali centri territoriali e dell’attività di somministrazione saranno di volta in volta da verificare con gli enti locali. La governance che abbiamo previsto per gestire il piano vaccinale è composta da una cabina di regia formata dal presidente Attilio Fontana, dall’assessore alla Protezione civile, Pietro Foroni, dall’assessore al Welfare, dal commissario speciale Guido Bertolaso e si avvarrà delle competenze degli assessorati al Welfare e alla Protezione civile per la logistica, l’infrastrutturazione, l’esecuzione e il coordinamento delle risorse umane”.

La vicepresidente infine precisa la definizione del piano di contatto e gestione degli ultraottantenni, che sono oltre 700.000 in Lombardia e il cui inizio delle somministrazioni è previsto il 24 febbraio. La raccolta di adesioni per gli ultraottantenni dovrà avvalersi del contatto dei medici di base e degli assistenti domiciliari, ma potrà anche avvenire con l’accesso diretto al portale col supporto dei familiari o con il contatto telefonico.

02022021

Dimmi la tua...