Home News In the box Covid, vertice dei sindaco di Ats Insubria e Regione Lombardia: stanziati 9...

Covid, vertice dei sindaco di Ats Insubria e Regione Lombardia: stanziati 9 milioni di euro

0

No Banner to display

SARONNO / MILANO / VARESE – “Grande attenzione al territorio e impegno di Regione Lombardia costante e confermato. Lavoriamo tutti insieme per uscire da questa crisi che, oltre che sanitaria, è anche economica e, soprattutto, sociale”. Queste le parole dell’assessore regionale alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini a margine della “Conferenza dei sindaci” del territorio di Ats Insubria, che comprende le province di Como e di Varese ed include anche Saronno. 

Anche per il 2020 forte sensibilità verso territorio – “Regione Lombardia – prosegue Bolognini – ha confermato, anche per il 2020, il suo impegno verso il territorio. Lo ha fatto con un’attenzione particolare per i comuni e le province di Como e di Varese. La conferenza è sempre un momento utile di ascolto e di confronto con i sindaci sulle politiche sociali e sui temi dell’abitare e della disabilità. Soprattutto quest’anno, che ci vede affrontare l’emergenza Covid, l’azione di Regione ha avuto particolare importanza ed è fondamentale affrontare la crisi, prima sanitaria, poi sociale, che si va manifestando. È fondamentale il confronto continuo e costante con Ats, i comuni e gli enti del territorio, soprattutto in momenti come questi. Solo condividendo con loro le strategie possiamo individuare le risposte più adeguate per i bisogni delle nostre comunità”.

Fondo sociale regionale e servizi prima infanzia – Nello specifico, recentemente Regione Lombardia ha stanziato le risorse del Fondo sociale regionale 2020, assegnando 8,4 milioni di euro ad Ats Insubria. Cifra che è stata integrata da ulteriori 752.757 euro, specificamente dedicati a servizi per la prima infanzia, quali asili nido, micronidi, nidi famiglia e centri prima infanzia, in difficoltà per l’epidemia. Sul territorio delle due province risultano, infatti, presenti 336 strutture di varia tipologia. In tutto, le risorse del Fondo per Ats Insubria sono quantificate in 9,1 milioni di euro, dei quali 908.596 euro sono andati all’ambito di Como, mentre 747.023 euro all’ambito di Varese. Stando ai numeri più recenti, i servizi dati da unità d’offerta sociali numericamente più consistenti sul territorio di Ats Insubria risultano essere, oltre agli asili nido (227), i Servizi di assistenza domiciliare (188), i Servizi di assistenza domiciliare per disabili (176), l’Assistenza Domiciliare per i minori (157) e i Centri ricreativi diurni per minori (106), per un totale di 1.267 unità d’offerta sociali censite.

Sostegno ai progetti vicini ai cittadini – Nell’ambito del Fondo povertà, creato per sostenere interventi di prevenzione e contrasto a tutte le forme di povertà, il territorio lombardo beneficerà, per l’anno 2020, di 35,5 milioni di euro. Di questi, 4,8 milioni sono stati trasferiti agli ambiti di Ats Insubria per quanto riguarda la ‘quota servizi’. Sono fondi che andranno prevalentemente a sostenere progetti di inclusione sociale sul territorio e a finanziare interventi sperimentali. Per esempio per coloro che, al compimento della maggiore età, vivono al di fuori della famiglia per provvedimento dell’autorità giudiziaria, i cosiddetti “Care leavers”. Infine, una parte specifica di 229.642 euro, dedicata ad interventi per il contrasto alla povertà estrema e per le persone senza fissa dimora, è stata assegnata agli Ambiti di Busto Arsizio, Gallarate, Como e Varese.

29102020

Dimmi la tua...